[msg]

Gestione del conto

All'inizio di un nuovo rapporto di lavoro viene aperto un conto individuale presso la nostra cassa di compensazione. Per poterlo aprire, i datori di lavoro hanno l’obbligo di annunciare tutti i nuovi collaboratori e le nuove collaboratrici alla cassa di compensazione al più tardi entro la fine dell'anno, trasmettendoci il certificato di salario. Per la registrazione, tramite PROMEA connect o l’invio del formulario registrazione di nuovi collaboratori nell’AVS, è necessario comunicare numero d'assicurato, nome e cognome ufficiale, data di nascita, nonché data d’entrata. In seguito, la cassa di compensazione trasmette al datore di lavoro una conferma d'iscrizione.

Con la registrazione nella nostra cassa di compensazione anche per gli indipendenti e le persone senza un'attività lucrativa viene aperto un conto individuale e trasmessa una conferma d'iscrizione.
 
Sul conto individuale vengono registrati, per ogni persona assicurata, tutti i redditi, nonché i periodi di contribuzione per i quali sono stati versati contributi AVS. A fine anno, il datore di lavoro ha l’obbligo di comunicare i redditi alla cassa di compensazione. Nel caso degli indipendenti e delle persone senza un'attività lucrativa, la registrazione sul conto individuale avviene unicamente al momento della determinazione dei contributi definitivi.

Per quanto concerne i dipendenti è importante notare che la somma salariale sul loro attestato di salario non è necessariamente identica al reddito registrato sul loro conto individuale, poiché le indennità giornaliere dell'assicurazione malattia e infortunio versate non sono assoggettate all'obbligo di contribuzione AVS, e di conseguenza non vengono contabilizzate sul conto individuale.
 
Il conto individuale costituisce la base per il calcolo della rendita per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità. Eventuali lacune contributive possono causare prestazioni di rendita minori.

 

Certificato d’assicurazione

Normalmente il certificato d’assicurazione viene emesso una sola volta, p.es. all’inizio dell’obbligo di contribuzione. Se una persona assicurata cambia il cognome (in seguito a matrimonio o a divorzio), può richiedere un nuovo certificato d’assicurazione. Le casse di compensazione devono però attendere finché, tramite i registri d’amministrazione ufficiali (ufficio dello stato civile, ufficio della migrazione ecc.), giunge la notifica della correzione al Registro centrale degli assicurati AVS/AI a Ginevra e il cognome è stato attualizzato nello stesso registro. Le casse di compensazione non hanno alcun influsso sull’ortografia del cognome.

 

Sul certificato sono indicati nome e cognome, data di nascita e numero di assicurato.

 

 

La richiesta avviene tramite PROMEA connect oppure inviando il formulario richiesta di un certificato d’assicurazione.

Formulari e promemoria

Formulari e promemoria

sul tema.

Formulari e promemoria
Contatti

Ha domande?

Noi siamo volentieri a sua disposizione!

ai contatti